UN E-COMMERCE È DAVVERO COSÌ IMPORTANTE?

Autore: Vincenzo Filadelfio

Reading Time: 12 min

 

Negozi chiusi, meno persone in giro, crollo delle vendite offline = necessità di aprire un ecommerce. 

 

Ma è sempre vero? È sempre utile e necessario avviare un ecommerce?

 

Scopriamolo insieme.

 

L'ecommerce è in sostanza un sito web che permette di effettuare acquisti via internet, dunque un sito che offre la possibilità di effettuare acquisti.

 

Ma non sempre è necessario possedere un ecommerce e a volte può essere un investimento non remunerativo.

 

Ti starai domandando perché e soprattutto starai pensando di aver letto tutto l'opposto di ciò che dicono in giro.

 

Sicuramente avrai letto che chi non possiede un ecommerce è tagliato fuori dal mercato e in parte questo è vero.

 

Viviamo una forte digitalizzazione e purtroppo le aziende e i business che non si evolvono sono destinate ad essere fortemente penalizzate nel medio-lungo periodo.

 

Voltaire diceva:

"Se tu del tuo tempo non accetti i cambiamenti, forse ne prenderai la parte peggiore"

 

Stare al passo con i tempi è da sempre una necessità per tutti i business, ma è altresì estremamente necessario capire in che modo progredire o adattarsi ai cambiamenti in base al proprio modello di business.

 

Ci sono business che devono per forza digitalizzarsi e aprire forme di vendita tramite internet.

 

Ci sono business che invece devono modificare e rinnovare la loro presenza sul mercato attraverso nuove strategie di marketing offline e online combinate.

 

Ritorniamo al Punto 2 del nostro precedente articolo che potrai leggere qui.

 

Realizzare un e-commerce è solo uno dei passaggi per la corretta digitalizzazione del business.

 

Cosa significa? 

 

Significa che come tutte le cose, l'ecommerce è solo uno strumento, in particolare quello strumento che possiede i requisti adatti alla realizzazione della vendita online (scopri i 7 requisiti che deve possedere un ecommerce)

L'ecommerce permette la consultazione dei prodotti e rende possibile la realizzazione di un acquisto via web.

 

Tuttavia per essere perfomante e altamente remunerativa, la vendita deve avvenire prima che il cliente entri sul sito:

una volta che il cliente è entrato nel sito, l'ecommerce non deve fare altro che agevolare nel modo più semplice possibile, il processo di acquisto.

 

Tutto ciò significa che il possibile acquirente deve giungere sul sito già consapevole e pronto all'acqusto diretto.

 

Tutto ciò avviene attraverso le strategie di Marketing attuate, come Lead Generation, Landing Page, Funnel di Vendita, DRM-Direct Response Marketing, Facebook Ads, Google Ads, Remarketing Dinamico, DEM- Direct Email Marketing, Lead Magnet, Tripwire, ecc...

 

I visitatori di un sito web non sono tutti uguali e si differenziamo molto per interessi, consapevolezza, conoscenza.

 

Per cui realizzare un sito ecommerce e buttarci dentro visitatori acquistando traffico a pagamento è uno degli errori più frequenti che si commettono.

 

Sarebbe come dare da bere vino a migliaia di persone che hanno sempre e solo bevuto birra: INUTILE.

 

Inutile se prima non si trasformano i visitatori generici in prospect consapevoli, e successivamente da prospect consapevoli si devono trasformare in clienti pronti all'acquisto.

 

Tutto questo non è magia, è marketing.

 

Quindi aprire un sito ecommerce senza attuare corrette strategie di marketing, senza analizzare i mercati, è inutile e dispendioso.

 

Bisogna innanzitutto lavorare sul branding, sul posizionamento, sul focus, .... ma di tutto questo ne parliamo qui.